NAZIONI TURCHIA ENOGASTRONOMIA. ANATOLIA EAT, DRINK and EXPLORER .Focus VipjetBonelli (redeable in eleven langages)

 25 visite totali

A cura di Antonio Bonelli 

direttore www.vipjetbonelli.com influencer global magazine quality of life 

La Turchia e l’Anatolia ospitano alcune delle prime varietà di uva, condividendo una storia radicata della viticoltura insieme alla Georgia e all’Armenia. La primissima domesticazione dell’uva selvatica eurasiatica Vitis vinifera nell’Anatolia sud-orientale è datata tra l’8.500 e il 5.000 a.C.

Tuttavia, la Turchia non era un paese noto per la produzione di vini di qualità fino agli anni ’90, ma le cose sono cambiate in meglio durante gli anni 2000. Oggi ci sono 140 produttori registrati in Turchia e House of Burgandy, un importatore di vini pregiati a New York City, ha aggiunto vino turco al suo portafoglio internazionale nel 1995 e oggi porta più di 60 etichette turche.

Vorremmo condividere un ristorante “vale la pena esplorare” nell’Anatolia occidentale, la nostra uva autoctona anatolica preferita e un vigneto di classe mondiale nella costa egea dell’Anatolia.

Öküzgözü, o “occhio di bue”, è un’uva grande, di colore scuro, gustosa e deliziosa, originaria della regione di Elazığ. Con aromi di gelso nero, amarena scura, sciroppo di melograno e, talvolta, note di eucalipto, un buon bicchiere di Öküzgözü si abbina perfettamente a costolette di agnello, formaggi gialli stagionati, carni alla griglia, Kayra Imperial (80% Okuzgozu) è il primo vino turco servito in un ristorante stellato Michelin, Fat Duck dello chef Heston Blumenthal.

Riunisciti intorno al fuoco di legna e sperimenta nuovi sapori … OD Urla con la sua architettura circondata da vetri e il soffitto alto, offre un’esperienza gastronomica unica in un uliveto città di Urla, una regione verde vicino alla città di Izmir. OD significa “fuoco” in turco antico e il fuoco ha acceso il menu del ristorante OD Urla. I cibi sono per lo più cucinati con fuoco aperto.

Puoi partecipare al “Tavolo dello chef” che ti ha portato a seguire il rituale di preparazione degli chef oppure puoi scegliere di “Dalla fattoria alla tavola” ed esplorare le ricette dei ristoranti di design con metodo definitivo con prodotti della loro fattoria e prodotti autentici di produttori locali.

Porta Caeli si trova vicino alla storica penisola di Gallipoli nella Formazione Conkbayiri che è composta da suolo superficiale.

L’armonia del clima marittimo, i boschi circostanti e le straordinarie brezze regionali segnano l’Eceabat storicamente significativa, la patria dei vini di Porta Caeli, ad essere una delle regioni più importanti al mondo per la vinificazione.

L’Hotel Caeli, situato a Porta Caeli e circondato da vigneti unici, vi offre il pernottamento e vi permette di esplorare tutto il processo di vinificazione compresa la raccolta manuale, la follatura e la doppia cernita.

 

 

 

 

               

 

 

 

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »